Se nasce femmina

di Sara Vannelli

Devi essere un utente registrato per votare quest'opera.
Attendere...Attendere...
Pubblicato il 2 marzo 2016

L’amore, la violenza, la passione, l’indifferenza, la superficialità, l’incomunicabilità, il sogno ma anche la speranza.

Se nasce femmina…, uno spettacolo inedito, spiazzante e poetico, sull’infinito e misterioso animo femminile, in molte delle sue sfaccettature. Il testo scritto da Sara Vannelli e liberamente tratto dai suoi libri pubblicati tra il 2009 e il 2013, ci porta in una dimensione universale di sentimenti ed emozioni con pagine intense, reali ed oniriche, di quell’infinito e misterioso libro rappresentato dall’animo femminile. Dialoghi e monologhi ambientati nella semplicità di un appartamento ed alimentati dalla straordinaria forza che anima le pulsioni, le ambizioni e le frustrazioni di queste donne, tutte immerse in una incongruente contemporaneità, diretti dal regista Andreas Plithakis, che in un’operazione scenica cruda ed essenziale, ma anche surreale ed emozionale, ricrea uno spazio tanto reale quanto metaforico, dove concretezza e sogno interagiscono tra loro. Selezionato dal prestigioso Roma Fringe Festival 2014, lo spettacolo, prodotto da OTTO P MANAGEMENT, vede in scena quattro brillanti interpreti: Greta Bellusci, Valeria De Luca, Sara Platania e Giancarlo Porcari. Una commedia dedicata a tutti coloro che amano profondamente la donna e vogliono indagare i suoi infiniti universi, nella speranza di intuirne le sfumature più intime e segrete.

 

Nessun commento

Lascia il tuo commento